"Apprendere con il museo"

 f48cfac8 cf5b 4c1f 9dc7 17a278c91f63

f48cfac8 cf5b 4c1f 9dc7 17a278c91f63

Ieri, nella sede del Polo museale Fondazione Seca di Trani si è concluso il progetto Miur - Sistema scuola Museo, curato dalla Prof.ssa Acquafredda, referente, e da un team variegato di docenti (N. Del Vecchio, F. De Trizio, V. Freddi, G. Spadavecchia, M.T. Mastropasqua,, S. Poverino, M. Povia,  S. Sasso, G. Spadavecchia). Nel convegno, un ruolo decisivo l'hanno giocato gli alunni stessi: sono stati infatti loro a esporre al pubblico con entusiamo professionalità e passione i risultati del lungo percorso di formazione, cominciato nell'ottobre 2018. La S.m.s. di I° grado "Rocca-Bovio-Palumbo" di Trani, capofila del progetto e unica vincitrice nella Bat del bando ministeriale per l'attuazione del Piano triennale delle arti, ha condotto gli interventi organizzata in rete con le due istituzioni scolastiche di Trani, il 1° Circolo didattico "E. De Amicis", nella persona della referente, docente A. Musicco e il "Liceo delle Scienze umane" F. De Santis, con la referente prof.ssa Di Gregorio A. 

Il progetto declinato in diversi moduli con lezioni frontali e laboratoriali destinate al vasto gruppo di alunni, eterogeneo per provenienza, si è distinto per le interessanti iniziative, non ultime le uscite sul territoroio a Barletta (Pinacoteca De Nittis), Grottaglie (Museo della Ceramica) e Roma (MaXXI). Il progetto ha diversi meriti. Desideriamo riportare qui, il più importante forse, quello che per i docenti ha contato veramente: aver coinvolto ordini di scuola differenti e aver compiuto, in tal senso, un lavoro di inclusione, integrazione ed orientamento, verticalizzando conoscenze, abilità e competenze. È stata un'occasione per i docenti stessi di praticare quella conoscenza cooperativa così tanto declamata, ma difficile a realizzarsi. La creatività, soprattutto quella dei più piccoli, non è mai stata ostacolata dal rigore scientifico, ma è stata lei a suggerire la corsia preferenziale, consentendo il raggiungimento di risultati eccellenti. L'esperienza estetica vissuta e sperimentata ha preso forma negli esiti del progetto, esposti e condivisi nella mostra, allestita all'interno dello stesso Polo museale.  La volontà di infondere nei più piccoli rispetto e conoscenza del patrimonio storico-artistico, locale e nazionale, ha infine battezzato la nascita del buon gusto, dal senso critico, del riconoscimento del Bello, solo l'inizio - si spera -  di un più compito progetto, l'edificazione di una cultura della bellezza. I ringraziamenti vanno a tutti coloro che hanno creduto negli ideali del progetto e sostenuto l'azione dei docenti, ai parteners Polo museale della Puglia e Polo museale di Trani – Fondazione Seca, che ha ospitato l'evento a titolo gratuito per il secondo anno consecutivo, al nostro sponsor Socapri giovane luxury brand dei fratelli Cucinella, alle famiglie degli alunni, collaborative e fiduciose. Tuttavia, i nostri più sentiti ringraziamenti vanno ai ragazzi, cittadini custodi del bel Paese. 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.